Premio Bancarella

Il Premio Bancarella è un premio letterario nato nel 1953 a Mulazzo, all’ombra della Torre di Dante Alighieri ed in seguito trasferito nella vicina città di Pontremoli, in Toscana. Si tiene ogni anno il penultimo sabato o domenica di luglio. Una prima selezione stabilisce i sei libri finalisti a cui viene attribuito il Premio Selezione Bancarella, da questi verrà poi scelto il vincitore assoluto, premiato nella serata finale. I vincitori ricevono una ceramica artistica raffigurante “S.Giovanni di Dio”, il santo spagnolo che durante la sua vita fu a lungo venditore di libri.

Storia del Premio Bancarella

La nascita del Premio Bancarella è dovuta alla tradizione dei Librai Pontremolesi, fenomeno particolare e unico in Italia. Dall’alta Lunigiana, terra di grande emigrazione, dai paesi di Montereggio, Parana, Pozzo, Mulazzo, Busatica, Filattiera, Bratto, sono partite generazioni e generazioni di librai ambulanti. Per i venditori ambulanti pontremolesi l’appuntamento era in primavera al passo della Cisa, sull’antico itinerario della via Francigena, che divide la Lunigiana dalla Padania. Nei verdi prati dell’Appennino si svolgeva il rito sacro dell’assegnazione delle zone dove andare a vendere, in modo da evitare l’inutile e dannosa concorrenza, e scambiarsi le preziose informazioni per rifornirsi dei libri. Difficile trovare dove comprare libri a prezzo conveniente e adatti alle esigenze della loro clientela. L’ideale trovare un editore dove acquistare i resti di magazzino coi pochi soldi ricavati dalla vendita delle castagne, del formaggio e delle foglie di gelso.

Il Premio Bancarella è l’unico premio letterario gestito esclusivamente dai librai. Nel ‘53 vince Hemingway con Il vecchio e il mare, anticipando il Nobel; un evento che si ripeterà con Pasternak per Il dottor Zivago e con Isaac Bashevis Singer per La famiglia Moskat. Il premio si è subito rivelato come un’idea geniale destinata a conquistare una sempre maggiore risonanza, tanto che oggi è riuscito a “ritagliarsi” una collocazione fissa nel calendario delle maggiori manifestazioni letterarie che si programmano in Italia. Intorno al Bancarella non ci sono le tanto criticate giurie ed è forse tutto qui il segreto del successo. Conta la “merce libro” non disgiunta dal suo valore letterario, una merce che ha un valido mercato, che poggia sulla fiducia reciproca che si è instaurata tra i lettori e i librai.
Pontremoli ogni estate fa da madrina al Bancarella. I librai si danno appuntamento in piazza per partecipare alla loro festa e assistere al rito dello spoglio dei voti da parte del notaio. La proclamazione avviene in piazza, ai piedi della torre medievale di Cacciaguerra, che è simbolo di pace come deve essere un buon libro. Scrive Valentino Bompiani: «Il premio Bancarella ha questo di speciale per un editore: che, al di là della vittoria, propiziata da statistica o da fortuna, si vive insieme con gli amici librai la sfida ininterrotta di una migliore diffusione del libro» (Lettera di Valentino Bonpiani a Mario Mengoli, 25-7-’62, in «Almanacco del Bancarella 1991»).

Albo d’oro

Di seguito vengono segnalati tutti i libri partecipanti alle finali del Premio.
AnnoNome del LibroAutore / AutriceEditore
2019Alessia GazzolaLonganesi
2018Dolores RedondoDea Planeta
2017Matteo StrukulNewton Comton Editori
2016LA RAGAZZA DI FRONTEMargherita OggeroMondadori
2015 Sara RattaroGarzanti
2014 Michela MarzanoUtet
2013TI PREGO LASCIATI ODIAREAnna PremoliNewton Compton
2012 Marcello SimoniNewton Compton Editori
2011 MAURO CORONAMondadori
2010 Elizabeth StroutFazi
2009 Donato CarrisiLonganesi
2008 Valerio Massimo ManfrediMondadori
2007 Frank SchatzingNord
2006LA FIGLIA DEL PODESTAAndrea VitaliGarzanti
2005 Gianrico CarofiglioRizzoli
2004IL CAVALIERE E IL PROFESSOREBruno VespaMondadori
2003AMICHE DI SALVATAGGIOAlessandra AppianoSperling & Kupfer
2002L’UOMO CHE CURAVA CON I FIORIAudisio Di SommaPiemme
2001LA GITA A TINDARIAndrea CamilleriSellerio
2000 Michael ConnellyPiemme
1999IL MARTELLO DELL’EDENKen FolletMondadori
1998SENZA PERDERE LA TENEREZZAPaco Ignacio Taibo IISaggiatore
1997I NOSTRI GIORNI PROIBITIGiampaolo PansaSperling & Kupfer
1996SENSUALITÀStefano ZecchiMondadori
1995 Jostein GaarderLonganesi
1994IL CLIENTEJohn GrishamMondadori
1993LA BRUTTINA STAGIONATACarmen CovitoBompiani
1992I SENSI INCANTATIAlberto BevilacquaMondadori
1991VITTORIO EMANUELE II, L’ASTUZIA DI UN REAntonio SpinosaMondadori
1990Davanti all’immagineVittorio SgarbiRizzoli
1989 Umberto EcoBompiani
1988 Cesare MarchiRizzoli
1987 Enzo BiagiMondadori
1986 Pasquale Festa CampanileBompiani
1985 Giulio AndreottiRizzoli
1984 Luciano De CrescenzoMondadori
1983 Renato BarneschiRusconi
1982
Gary JenningsRizzoli
1981SOCIALISTA DI DIOSergio ZavoliMondadori
1980LOUISIANAMaurice DenuzièreRizzoli
1979LA CONTESSA DI CASTIGLIONEMassimo GrillandiRusconi
1978RADICIAlex HaleyRizzoli
1977EUTANASIA DI UN AMOREGiorgio SavianeRizzoli
1976L’ANTAGONISTACarlo CassolaRizzoli
1975VESTIVAMO ALLA MARINARASusanna AgnelliMondadori
1974OH! SERAFINAGiuseppe BertoRusconi
1973CAGLIOSTRORoberto GervasoRizzoli
1972IL VIAGGIO MISTERIOSOAlberto BevilacquaRizzoli
1971TESTIMONE DEL TEMPOEnzo BiagiSEI
1970NIENTE E COSÌ SIAOriana FallaciRizzoli
1969NON È TERRESTREPeter KolosimoSugar
1968LA FAMIGLIA MOSKATIsaac SingerLonganesi
1967L’ITALIA DEI COMUNIMontanelli – GervasoRizzoli
1966TU PASSERAI PER IL CAMINOVincenzo PappaletteraMursia
1965GIOVINEZZA, GIOVINEZZALuigi PretiMondadori
1964CENTOMILA GAVETTE DI GHIACCIOGiulio BedeschiMursia
1963EL ALAMEINPaolo Caccia DominioniLonganesi
1962IL GIORNO PIÙ LUNGOCornelius RyanGarzanti
1961L’ULTIMO DEI GIUSTIAndré SchwarzFeltrinelli
1960GLI EGOISTIBonaventura TecchiBompiani
1959L’ARMATA TRADITAHeinrich GerlachGarzanti
1958DOTTOR ZIVAGOBoris PasternakFeltrinelli
1957LA BIBBIA AVEVA RAGIONEWerner KellerGarzanti
1956L’AMORE È UNA COSA MERAVIGLIOSAHan SuyinBompiani
1955LO SPRETATOHervé Le BoterfMassimo
1954DON CAMILLO E IL SUO GREGGEGiovanni GuareschiRizzoli
1953IL VECCHIO E IL MAREErnest HemingwayMondadori
LA MIA BIBLIOTECA